Il Referendum sancisce l’acqua pubblica, il comune di Cavriago vende quote IREN

Il comitato acqua bene comune di Cavriago

 

 

Mercoledì prossimo il Consiglio comunale di Cavriago delibererà il Bilancio di Previsione 2011.

Tra le fonti di finanziamento per gli investimenti relative all’anno 2012 abbiamo trovato una voce che, soprattutto oggi, ha dell’incredibile: l’alienazione di quote IREN per un valore di 450.000 euro. Dopo che nei referendum di domenica e lunedì scorsi il popolo italiano ha chiesto a gran voce un cambiamento e un’alternativa basati sulla democrazia, sulla partecipazione e sulla tutela dei beni comuni bocciando in modo netto venti anni di pensiero unico neoliberista, di saccheggi del patrimonio pubblico e di privatizzazioni selvagge. Dopo che un movimento eccezionale di cittadini – dal basso, senza finanziamenti e padrini politici, privo di mezzi di comunicazione di massa – ha prodotto il risultato politico più clamoroso della storia del nostro Paese. Dopo che a Cavriago si è registrato un risultato straordinario: 5.581 cittadini cavriaghesi, pari a quasi il 75% degli aventi diritto, si è recato a votare (come affluenza siamo il secondo Comune in regione e tra i primi dieci in Italia) esprimendosi nella quasi totalità – il 97% – per abrogare le norme relative alla privatizzazione dell’acqua. Dopo che il “Comitato di Cavriago Acqua Bene Comune”, nella primavera dello scorso anno, aveva raccolto 500 firme di cittadini cavriaghesi per la presentazione dei quesiti referendari. Dopo tutto questo il Consiglio comunale di Cavriago – in netta contraddizione con quanto aveva deliberato negli ultimi due anni, cioè ordini del giorno che sostenevano il principio della non rilevanza economica del servizio idrico e il sostegno alla suddetta campagna referendaria – si prepara a mettere sul mercato altre decine di migliaia di quote IREN.

Altro che scorporo del servizio idrico e ripubblicizzazione dell’acqua!

Chiediamo a tutti i Consiglieri comunali di Cavriago, alcuni dei quali hanno condotto insieme a noi la campagna referendaria, un gesto di coerenza: mercoledì non votate per la mercificazione dell’acqua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...